È vessatoria ed abusiva, ai sensi dell'art. 1341 c.c. e dell'art. 33 del codice del consumo, la clausola, predisposta unilateralmente dal mediatore, che impone al consumatore di corrispondergli la provvigione, anche dopo la scadenza del contratto di mediazione e senza limiti di tempo, qualora il contratto di locazione sia stato stipulato con una persona fisica o giuridica che sia riconducibile al cliente stesso.