Legittimo il licenziamento per giusta causa di un medico di struttura sanitaria, adibito alle "attività tamponi", che ha omesso di comunicare l'esito di un tampone molecolare Covid-19 di collega di reparto, poi risultato positivo.