Nella società a responsabilità limitata l’esclusione del socio, ai sensi dell’art. 2473 bis c.c., è consentita soltanto in presenza di una apposita previsione di giusta causa nell’atto costitutivo dotata di adeguata specificità. In ogni caso l’esclusione del socio, laddove questo sia una società, non è giustificata da fatti che, seppure in astratto riconducibili a giusta causa, riguardino esclusivamente il socio o l’amministratore della società, che è parte del rapporto sociale su cui va ad incidere la delibera di esclusione.